ePrivacy and GPDR Cookie Consent by TermsFeed Generator Decontaminazione e ripassivazione: autoclave pharma
decontaminazione-ripassivazione-autoclave
Home » Passivazione » Decontaminazione e ripassivazione di un’autoclave dell’industria pharma

Come si può evincere dalle foto, prima del trattamento abbiamo una superficie con forte presenza di ossidi di ferro, perché avviene questo seppur l’autoclave è stata passivata in origine e non ci sono sicuramente contaminazioni da ferro portato dall’esterno?

La riposte sono 2, la prima è che nel tempo la superficie viene “stressata“ dall’ambiente aggressivo che si forma all’interno dell’autoclave. Infatti siamo in presenza di alte temperature e vapore puro creato da un acqua con bassissima conducibilità e pH attorno a 6.

Questo mix di fattori nel tempo mette a dura prova la lega e si potrebbero iniziare a vedere ossidi di ferro sulla superficie , sintomo che lo strato passivo è stato corrotto.

La seconda causa è lo strofinamento dei carrelli o dei cassetti sulle guide all’interno dell’autoclave questo continuo attrito tra metallo e metallo asporta lo strato passivo che non riesce a riformarsi spontaneamente proprio a causa dell’ambiente aggressivo sopra descritto.

Nel tempo, come si può notare dalle foto prima del trattamento chimico che andremo a descrivere successivamente, la situazione di questa autoclave è andata gradualmente peggiorando fino a creare problemi sul prodotto finale che viene sterilizzato all’interno della stessa.

Ripassivazione di un’autoclave: l’intervento di BAMA per riportare le condizioni superficiali ottimali.

BAMA a questo punto è stata chiamata per una valutazione tecnica e dopo avere individuato il problema ha proposto un intervento localizzato con prodotto formulato specifico, il BAMA ECODEC!

BAMA ECODEC è un prodotto a base citrica formulato per rimuovere ossidi superficiali e ripristinare la passivazione dell’acciaio inossidabile.

I nostri operatori, muniti dei DPI specifici per questa tipologia di prodotto chimico, sono intervenuti spruzzando sulla superficie BAMA ECODEC e successivamente con l’ausilio di carta-tessuto e quindi anche con uno sfregamento manuale hanno completamente rimosso tutto l’ossido presente.

È di fondamentale importanza la fase di risciacquo che avviene successivamente all’applicazione del prodotto, infatti, bisogna avere la certezza che tutta l’acidità residua sia stata completamente rimossa. È utile a questo scopo effettuare delle prove di pH e conducibilità sull’acqua finale di risciacquo.

Infine si può notare dalle immagini come la superficie sia ora completamente decontaminata, la superfice appare pulita, del colore originale, senza presenza di punti di ossido o aloni gialli.

Gli addetti al controllo qualità di BAMA infine hanno eseguito dei test di passivazione che hanno dato esito conforme.