Passivazione, la costituzione di una pellicola protettiva sulla superficie di determinati metalli

Il processo di passivazione è un fenomeno che esiste in natura. Esso consiste nella costituzione di una sorta di “pellicola” protettiva sulla superficie di determinati metalli.
Questa pellicola protegge dalla formazione di fenomeni di corrosione ed è formata dagli stessi elementi che li provocano. In questo modo, il film avvolge il materiale, lasciando la parte “vulnerabile” al riparo dagli agenti corrosivi.

Le caratteristiche

Per consentire un’adeguata protezione, questo rivestimento deve presentare alcune caratteristiche: deve essere denso e poco poroso, in modo da impedire il passaggio degli agenti corrosivi, e sottile, in modo da aumentare la capacità di compattezza.

Inoltre deve anche essere uniforme, poiché deve proteggere allo stesso modo l’intera superficie del materiale.

È chiaro dunque che le condizioni per la formazione della passivazione sono difficili da raggiungere in natura.

Per questo si interviene, agendo sulla chimica del metallo per raggiungere in pochi minuti risultati che si otterrebbero solo dopo anni lasciando agire i componenti naturali.

Bama_400x400_passivazione

I metalli
che trattiamo

La passivazione è quindi un processo di natura elettrochimica. Alcuni metalli hanno questa protezione naturale contro l’ossidazione, come ad esempio l’acciaio inox. Per altri, invece, è necessario intervenire artificialmente. Bama si occupa del processo di passivazione applicato sui più diversi materiali, tra cui acciaio inox, alluminio, acciaio al carbonio, rame, nichel, zirconio e titanio.

 

La passivazione artificiale

Il procedimento di passivazione artificiale consiste dunque nella formazione artificiale di un film passivante e protettivo. Può quindi essere considerato il trattamento chimico per eccellenza di protezione delle superfici in metallo.

È importante che la passivazione avvenga solo a seguito di precedenti lavorazioni tese a decontaminare il più possibile l’oggetto, come nel caso del decapaggio e dello sgrassaggio. Solo in questo modo, infatti, la passivazione potrà andare ad agire su una superficie priva di contaminanti e creare così un ossido denso e compatto.

Proprio come negli altri trattamenti, i metodi utilizzati sono quelli dell’immersione e della passivazione a spruzzo. Con la prima metodologia l’oggetto viene immerso in una vasca contenente delle soluzioni formulate a seconda del tipo di lega da proteggere, tutte nel rispetto delle normative internazionali in materia. Con la tecnica a spruzzo invece, si procede a investire l’oggetto tramite sistemi a pioggia a bassa o alta pressione.

Prodotti
Bama

Passivante

Per i trattamenti di passivazione in acciaio inox, alluminio, acciaio al carbonio, rame, nichel, zirconio e titanio Bama utilizza una sostanza definita passivante, diversa a seconda del materiale che viene trattato.